lunedì 16 aprile 2018

video sull'arte romana

La costruzione dell'arco a tutto sesto (Voyager)

I monumenti della Roma antica

L'eredità di Nerone: il Colosseo (National Geographic)

Il Pantheon (Alberto Angela)

Una domus romana in 3D

La vita quotidiana in una domus (Alberto Angela)

Le terme di Caracalla in 3D

Pompei ricostruita (con narrazione)




giovedì 8 febbraio 2018

storia dell'arte in inglese per CLIL e studenti stranieri

Recentemente mi sono trovata nella condizione di dover approntare delle lezioni di storia dell'arte contemporanea, in riferimento al programma di terza media, in inglese. Cosa direi oramai relativamente frequente, almeno "dalle mie parti", vista la multiculturalità delle nostre classi. 
Ho cercato quindi in rete dei materiali idonei allo studio da parte di un alunno madrelingua inglese o che comunque possegga un buon livello di conoscenza della lingua. Mi sono perciò imbattuta nel sito The Art Story che mi sento di consigliare come fonte a cui attingere perchè mi sembra ben fatto.

In esso infatti si trovano pagine di analisi dell'arte ricompresa tra il 1850 ed il 1980, in particolare:

Schede riferite ai singoli artisti (sono oltre trecento) complete di biografia, analisi delle principali opere e citazioni
Schede di sintesi di ogni movimento o corrente, ben strutturate perché indicizzate con un criterio base che ricorre in ogni pagina e permette quindi di identificare rapidamente la sezione d'interesse senza dover leggere l'intero testo e corredate da analisi delle opere e link a video-lezioni tematiche.

Il linguaggio è abbastanza chiaro e la trattazione è sintetica, volendo riferirsi ad un pubblico ampio, non agli specialisti del settore. Tuttavia mi sembra che le argomentazioni siano valide e la grafica è pulita ed accattivante, nonchè molto facilmente navigabile e leggibile anche da cellulare e tablet, il che non guasta! ;-)

Io trovo che possa tornare utile, sia per gli alunni che non parlano italiano, sia per strutturare lezioni di storia dell'arte CLIL nella scuola secondaria.. voi che ne pensate? Fatemi sapere lasciando un commento per condividere le vostre esperienze e, perchè no, magari suggerire qualche altra buona risorsa..!

supereroi in prospettiva..

In 2^E stiamo lavorando ad una prospettiva urbana con punto di vista centrale, e per completarla andremo ad inserire in primo piano l'immagine di un supereroe.

Inserisco qui alcune immagini che si possono stampare a piacimento. Un suggerimento per le dimensioni della figura: l'altezza non dovrebbe essere maggiore di 9-10 cm


Via libera alla stampa di altre immagini, purchè ti ricordi di sceglierle facendo attenzione alla prospettiva: devono essere pose frontali, né dall'alto né dal basso, altrimenti non si integreranno con il disegno!

lunedì 22 gennaio 2018

Espressionismo, schema riassuntivo

ESPRESSIONISMO
PERIODO DI SVILUPPO
 Dal 1905 al 1925
LUOGO
Nasce in Germania ed in Francia
PRINCIPALI ARTISTI
Edvard Munch, Ernst Ludwig Kirchner, Otto Dix 
CONTESTO STORICO E CULTURALE
(AVVENIMENTI IMPORTANTI)

L’Espressionismo si sviluppa in Europa a cavallo della prima Guerra Mondiale, in un clima di tensione economica e sociale che sfocia in sentimenti collettivi molto negativi. L’Europa, dopo il primo conflitto, si trova a dover affrontare importanti problemi economici
SI ISPIRA  A … / DERIVA DA...
E’ un’avanguardia artistica quindi propone un linguaggio nuovo, tuttavia possiamo dire che trae ispirazione dal lavoro di Van Gogh sia per quanto riguarda lo stile delle pennellate (vedi Munch) sia per il moto interno-esterno.
SI OPPONE A ...
Alla tradizione accademica, di cui rifiuta regole e forme ed all’Impressionismo di cui contesta la presunta oggettività
CARATTERISTICHE PRINCIPALI DELLO STILE
E’uno stile caratterizzato dalla soggettività e dal rifiuto del bello. Le figure sono spigolose ed i colori contrastanti e violenti
SOGGETTI RICORRENTI
Scene di vita quotidiana in cui si evidenziano i problemi della società. Ritratti e paesaggi in cui c’è poco realismo. Satira politica.
STILE, PENNELLATE, SUPPORTI, FORMATI
Stile aggressivo, pennellate veloci, contorte, imprecise. Alcuni soggetti sono rappresentati con macchie di colore. Le tele sono medio-piccole.
LUCI, OMBRE, STUDIO DELLA COMPOSIZIONE, REALISMO, AMBIENTAZIONI, DINAMISMO, TRIDIMENSIONALITA'..
In queste tele manca la costruzione tradizionale della prospettiva ed anche il chiaro-scuro è assente. Le forme sono spigolose ed i colori innaturali perché il realismo è del tutto trascurato in favore di una personale e soggettiva visione della realtà. Questi quadri vogliono colpire lo spettatore e far riflettere sulla realtà sociale.
PRINCIPALI OPERE
“Il grido” di Edward Munch
“Cinque donne per strada” di Ernst Ludwig Kirchner
“Pragerstrasse” di Otto Dix
E' IMPORTANTE PERCHE'..
Pur prendendo spunto dalla realtà storica del momento, mette in evidenza la soggettività dell’artista, il suo personale ed inimitabile modo di vedere.
LE TUE OSSERVAZIONI







lunedì 11 dicembre 2017

schema riassuntivo sul Puntinismo

E ancora...
Aprendo il capitolo sul Post-impressionismo, uno specchietto riepilogativo sul Pointillisme di Seurat.

                                            PUNTINISMO

PERIODO DI SVILUPPO Ultimo ventennio del 1800
LUOGO
Nasce a Parigi
PRINCIPALI ARTISTI
Georges Seurat
CONTESTO STORICO E CULTURALE(AVVENIMENTI IMPORTANTI)
Nella prima metà del secolo viene inventata la macchina fotografica e viene introdotta l’illuminazione elettrica. Parigi è una città ricca, in espansione grazie ai progressi industriali e popolata da un’agiata borghesia che ama svaghi e cultura. In ambito scientifico, si fanno studi sulla natura della luce e del colore.
SI ISPIRA A … / DERIVA DA...
Prende spunto dagli studi del chimico francese Chevreul sugli accostamenti di colori complementari.
SI OPPONE A ...
Alla pittura tradizionale, ma anche alla rapidità di esecuzione dello stile impressionista
CARATTERISTICHE PRINCIPALI DELLO STILE
Caratterizzato dall’uso di pennellate puntiformi, definisce i soggetti attraverso l’accostamento di punti di colore non mescolati tra loro sulla tavolozza, lasciando che sia l’occhio dell’osservatore a sintetizzarli
SOGGETTI RICORRENTI
Scene di vita quotidiana, paesaggi naturali ed urbani, momenti di svago e relax. (Come nell’Impressionismo)
STILE, PENNELLATE, SUPPORTI, FORMATI
Le composizioni sono molto studiate, l’artista esegue numerosi bozzetti preparatori e definisce i personaggi con precisione geometrica, ponendo la massima attenzione al rigore del procedimento sia nel disegno che nel colore.
LUCI, OMBRE, STUDIO DELLA COMPOSIZIONE, REALISMO, AMBIENTAZIONI, DINAMISMO, TRIDIMENSIONALITA'..
Ogni figura è definita dall’accostamento di punti di colore puro, senza linee di contorno e senza chiaroscuro “tradizionale”. Grazie ai contrasti cromatici, l’effetto finale è di grande luminosità. I colori appaioni vivaci e vibranti. Le composizioni sono statiche e geometriche.
PRINCIPALI OPERE
“Una domenica pomeriggio all’isola della Grande Jatte” di G. Seurat
“Bagno ad Asnieres” di G. Seurat
E' IMPORTANTE PERCHE'..
Traduce in pittura gli studi scientifici sulla natura della luce e del colore.
Ispira inoltre il lavoro dei divisionisti (in Italia) e di molti altri artisti, come Van Gogh e Boccioni
LE TUE OSSERVAZIONI








schema di sintesi sull'Impressionismo

Proseguendo la serie delle sintesi utili al ripasso per l'Esame di terza media, ecco uno specchietto di riepilogo sulla corrente impressionista.

                                        IMPRESSIONISMO


PERIODO DI SVILUPPO
Dal 1874 al 1886
LUOGO
Nasce a Parigi, con la prima mostra impressionista nello studio del fotografo Nadar
PRINCIPALI ARTISTI
Claude Monet, Auguste Renoir, Edgar Degas, Camille Pissarro, Alfred Sisley
CONTESTO STORICO E CULTURALE(AVVENIMENTI IMPORTANTI)
Nella prima metà del secolo viene inventata la macchina fotografica e viene introdotta l’illuminazione elettrica. Parigi è una città ricca, in espansione grazie ai progressi industriali e popolata da un’agiata borghesia che ama svaghi e cultura.
SI ISPIRA A … / DERIVA DA...
Subisce una forte influenza da parte della fotografia
SI OPPONE A ...
Alle regole accademiche, alla pittura tradizionale in atelier
CARATTERISTICHE PRINCIPALI DELLO STILE
Vuole rappresentare la realtà con immediatezza e restituire all’osservatore la sensazione di aver vissuto quel determinato istante. I pittori dipingono “en plen air” per catturare luci, colori e situazioni dal vivo. Abolisce il disegno preparatorio
SOGGETTI RICORRENTI
Scene di vita quotidiana, paesaggi naturali ed urbani, momenti di svago e relax
STILE, PENNELLATE, SUPPORTI, FORMATI
I soggetti sono rappresentati in pose spontanee, prendendo spunto dalla fotografia istantanea. Le tele sono generalmente di piccolo e medio formato per poter essere trasportate.
LUCI, OMBRE, STUDIO DELLA COMPOSIZIONE, REALISMO, AMBIENTAZIONI, DINAMISMO, TRIDIMENSIONALITA'..
Caratterizzata da pennellate veloci, colori luminosi, ombre colorate, assenza di contorni. I soggetti sono realistici, ma privi di dettagli, l’immagine restituisce “il senso” del momento
PRINCIPALI OPERE
“La colazione dei canottieri” di A. Renoir
“La cattedrale di Rouen” (serie di tele) di C. Monet
E' IMPORTANTE PERCHE'..
Costituisce il primo movimento artistico contemporaneo ed ha avuto un grandissimo seguito di pubblico. Rompe il legame con la tradizione accademica, aprendo la strada alle Avanguardie
LE TUE OSSERVAZIONI






venerdì 1 dicembre 2017

schema di sintesi sul Neoclassicismo

In classe stiamo elaborando degli specchietti riassuntivi per consolidare i contenuti essenziali di ogni movimento artistico studiato. Saranno utili ai fini del ripasso per l'Esame di Stato..

Ecco quello sul Neoclassicismo:

NEOCLASSICISMO
PERIODO DI SVILUPPO
 Seconda metà del 1700
LUOGO
Nasce in Francia, ma si sviluppa in tutta Europa e negli Stati Uniti
PRINCIPALI ARTISTI
Antonio Canova e Jaques Louis David
CONTESTO STORICO E CULTURALE
(AVVENIMENTI IMPORTANTI)
Rivoluzione Francese ed Americana. In questi anni si sviluppa il pensiero Illuminista e cominciano anche le prime campagne di scavo archeologiche. Vengono portati alla luce i resti di Pompei ed Ercolano
SI ISPIRA  A … / DERIVA DA...
Ispirata all’arte classica (greca e romana) ne riprende gli ideali di bellezza, armonia, perfezione ed equilibrio.
In architettura compaiono edifici realizzati come perfette copie di templi, archi di trionfo e monumenti antichi
SI OPPONE A ...
Al Barocco ed allo sfarzo delle corti reali europee (stile Rococò)
CARATTERISTICHE PRINCIPALI DELLO STILE
Vuole promuovere sentimenti nobili come: coraggio, impegno sociale e politico, amore per la Patria.
Si ispira direttamente alle opere classiche.
Ispira rigore morale, non c’è espressione di sentimenti ma compostezza e sobrietà.
SOGGETTI RICORRENTI
Scene storiche, ambientate nell’antichità.
Personaggi tratti dalla mitologia greca

STILE, PENNELLATE, SUPPORTI, FORMATI
Molto accademica, la pittura neoclassica è rigorosa, elegante, basata sullo studio della composizione.
Spesso utilizzate tele di grandi formati per dare importanza agli eventi narrati.
LUCI, OMBRE, STUDIO DELLA COMPOSIZIONE, REALISMO, AMBIENTAZIONI, DINAMISMO, TRIDIMENSIONALITA'..
I soggetti sono definiti da chiaroscuro accurato e realistico, la luce serve a mettere in evidenza le figure principali. I corpi sono armoniosi ed eleganti, le ambientazioni spoglie e sobrie per non distrarre l’osservatore dal messaggio morale.
PRINCIPALI OPERE
“Il giuramento degli Orazi” di J.L. David
“Amore e Psiche” di A. Canova (scultura)
E' IMPORTANTE PERCHE'..
Rappresenta l’arte tradizionale ed accademica, piena di studio e di rigore a cui si oppongono i Romantici e gli Impressionisti
LE TUE OSSERVAZIONI








schema riassuntivo del Romanticismo

ROMANTICISMO
PERIODO DI SVILUPPO
 Prima metà del 1800
LUOGO
Si sviluppa in tutta Europa
PRINCIPALI ARTISTI
Theodore Géricault, Francisco Goya, Eugène Delacroix
CONTESTO STORICO E CULTURALE
(AVVENIMENTI IMPORTANTI)
Con la fine dell’Impero napoleonico, gli ideali illuministi entrano in crisi e le tensioni sociali dovute alla Restaurazione , unite alla rivoluzione industriale e tecnologica, creano i presupposti per lo scoppio di numerosi moti rivoluzionari che scuotono l’Europa.
SI ISPIRA  A … / DERIVA DA...
Ispirata da un profondo senso di spiritualità e sentimentalismo, l’arte romantica guarda con interesse ai fenomeni naturali ed ai sentimenti umani.
SI OPPONE A ...
Alla razionalità dell’Illuminismo ed alla rigidezza formale del Neoclassicismo, così privo di sentimento
CARATTERISTICHE PRINCIPALI DELLO STILE
Vuole enfatizzare i sentimenti individuali e collettivi. L’artista, affascinato dall’immensità della natura e travolto dalle passioni politiche, rappresenta scene dinamiche, ricche di suggestione ed in cui il paesaggio ha un ruolo importante per coinvolgere l’osservatore.
SOGGETTI RICORRENTI
Scene di moti rivoluzionari che si svolgevano in quegli anni;
paesaggi caratterizzati da ampi orizzonti o condizioni atmosferiche impressionanti.
STILE, PENNELLATE, SUPPORTI, FORMATI
Ancora influenzata dall’accademismo, la pittura romantica propone tele di grande formato per dare importanza agli avvenimenti storici narrati. I soggetti sono definiti da chiaroscuro accurato e realistico, la luce serve a mettere in evidenza le figure principali e a dare drammaticità ed intensità al racconto.
LUCI, OMBRE, STUDIO DELLA COMPOSIZIONE, REALISMO, AMBIENTAZIONI, DINAMISMO, TRIDIMENSIONALITA'..
Le composizioni sono molto dinamiche, spesso ricorre lo schema piramidale o diagonale, per dare tensione alla scena. I personaggi sono caratterizzati con realismo ed espressività. Questi quadri vogliono essere coinvolgenti, suscitare emozioni nell’osservatore.
PRINCIPALI OPERE
“La zattera della Medusa” di T. Gericault
“3 maggio 1808: fucilazione alla montagna del principe Pio” di F. Goya
“La libertà guida il popolo” di E. Delacroix
E' IMPORTANTE PERCHE'..
E’ una corrente artistica e di pensiero che abbraccia tutte le arti nel XIX sec. e perché crea il mito dell’artista romantico e passionale. Infine, rende l’arte uno strumento importante per comunicare e trasmettere ideali e sentimenti, non solo per rappresentare
LE TUE OSSERVAZIONI







giovedì 23 novembre 2017

scritte fuori-porta per le nostre classi

Durante lo scorso anno scolastico, le due colleghe che insegnano nelle altre sezioni della scuola, hanno fatto realizzare ai propri alunni dei cartelli fuori-porta più allegri e senz'altro belli a vedersi di quelle anonime targhette che identificano ciascuna classe.
Quest'anno, al mio rientro, ho iniziato a fare altrettanto per ciascuna delle mie classi.
Il lavoro è stato impostato così:

1- ciascun alunno ha realizzato un piccolo disegno a piacere, colorandolo con le matite colorate






2- ogni disegno è stato poi ritagliato in tanti pezzetti di varia forma e dimensione


3- su un cartoncino sono state realizzate le sagome delle lettere da usare per il cartello
4- queste sagome sono state decorate "a mosaico" con i vari ritaglietti di disegni




L'ultimo passaggio consisterà nell'incollare le lettere ad un F4 nero ed appenderle fuori da ogni porta. Vi mostrerò i lavori finiti appena possibile ;-)

martedì 21 novembre 2017

segnalibri con Emoji. Oggi mi sento..

 Nella 1°F ho fatto lavorare i ragazzi sul tema "emoticon" che a loro è tanto familiare.. ed anche a me! ;-)
Abbiamo realizzato dei segnalibri caratterizzati da un'Emoji a scelta di ciascun alunno. Per aiutarli nella realizzazione, ho portato in classe dei materiali pubblicitari che ho reperito presso il Mc Donald's.. così ho potuto dare un risvolto artistico all'esperienza del pranzo al fast food (che a dire il vero non amo molto!) :-D

Ecco i lavori in corso di svolgimento e le immagini di quelli già conclusi

per riportare sul retro del segnalibro la sagoma già disegnata sul davanti, ci siamo serviti della tecnica del ricalco! ;-)




Qualcunoè rimasto fedele al classico Emoji, qualcun altro ha voluto caratterizzare il proprio segnalibro con un personaggio che gli è caro..
Nel complesso, direi che ne sono usciti dei bei lavoretti!

lunedì 20 novembre 2017

Ballerine fuor di tutù. Da Degas ai giorni nostri

Come spiegato in questo post, ai miei ragazzi di terza ho chiesto di realizzare delle fotografie utilizzando figurette delle ballerine di Degas inserite in contesti del tutto diversi da quelli originali.
Ecco alcune delle proposte raccolte dagli alunni, a partire dai miei esempi :-)

la ballerina, stampata e ritagliata, è pronta per essere messa in posa

due scatti d'esempio


Ed ecco le immagini eleborate dai ragazzi

C'è chi guarda dalla finestra..

chi stende il bucato..

chi si prepara ad uscire con la macchina..

 E chi fa un po' d'ordine nell'armadio e tra i giocattoli :-D


 Chi tiene d'occhio cuccioli di varie specie.. ;-)

 E chi, prima di mettersi a tavola, dà un ultimo sguardo a Facebook!



domenica 19 novembre 2017

Vincent Van Gogh, documentari in italiano


I predatori dell'arte perduta. L'eredità di Van Gogh

Pittori del XIX°sec- Vincent Van Gogh

Van Gogh e la forza del colore -- Flavio Caroli


giovedì 9 novembre 2017

Le avventure delle ballerine di Degas (quando escono dai quadri)

Vi capita mai di vedere qualcuno compiere un gesto, un'espressione o assumere una posa che vi ricordi il personaggio di un'opera d'arte? A me sì.. e questo mi fa sempre sorridere perché mi dà la sensazione che i "grandi maestri" restino al nostro fianco nella vita di tutti i giorni.
Quest'anno mi è venuto il desiderio di mettere più spesso alla prova la capacità di decontestualizzare dei miei alunni. Perciò il tema che sto assegnando alle terze per quel che riguarda l'impressionismo, consiste nell'isolare una figura di danzatrice a scelta tra quelle presenti nei quadri e nei disegni di Edgar Degas e riproporla, mediante scatti fotografici, in un contesto del tutto diverso da quello originale.
Propongo qui qualche opera di Degas da utilizzare come fonte:









Come svolgere il compito:
Scegli una delle immagini che vedi sopra, stampala e ritaglia la figura della danzatrice seguendone con precisione il contorno. Dovrai ottenere un risultato simile a questo



Adesso che hai ritagliato la figura, puoi utilizzarla per realizzare degli scatti fotografici con il tuo cellulare. Tienila in una mano (o fatti aiutare da qualcun'altro) e collocala in un ambiente decisamente diverso da quello originale, come ho fatto io in questi esempi:

l'hanno chiamata alla lavagna per l'interrogazione..

accidenti, piove! E io sono uscita senza ombrello.. :-(

Vorrei vedere queste ballerine compiere qualche gesto quotidiano, come fare la fila alle Poste, aspettare l'autobus alla fermata, guardare la vetrina di un negozio, cucinare... insomma, scatenate la fantasia!

Ecco una piccola galleria delle immagini proposte dagli alunni in questo post