lunedì 8 maggio 2017

Ink In Motion





E se per introdurre gli effetti di mescolanza del colore si mostrasse in classe un video come questo?



Il colore è emozione e comunicazione... lasciamoci ispirare! ;-)

mercoledì 3 maggio 2017

la guida di Roma per ragazzi realizzata da noi

Proprio un anno fa, di questi tempi, i ragazzi della IE sono stati impegnati a lavorare su un progetto un po' particolare: realizzare una mini-guida turistica della nostra città, indirizzata a ragazzi della loro età.
Come meglio ho spiegato in questo post, il lavoro è stato svolto a gruppi, dopo aver intrapreso delle ricerche per raccogliere contenuti ed immagini utili alla stesura della guida.

Vi mostro i risultati e poi vi racconterò un po' come sono andati "i fatti", in modo da tirare le somme di questa esperienza. Vi invito a leggere e ,se vi va, a dirmi cosa ne pensate o a condividere eperienze simili!





lunedì 25 aprile 2016

traccia di lavoro per il webquest sull'antica Roma

La fine dell'anno scolastico si avvicina e con essa anche l'ultimazione dei programmi disciplinari...
Nelle prime concludiamo lo studio della storia dell'arte con il periodo romano e, per noi che a Roma abbiamo la fortuna di abitare, questo tema è un po'più sentito e "vissuto" rispetto ai precedenti periodi della storia dell'arte antica.

Per questo ho pensato di sperimentare, cominciando con la 1°E, la strategia del webquest che per me è ancora inesplorata e che rappresenta l'evoluzione (meglio declinata in fatto di sviluppo delle competenze e delle capacità di problem solving) della vecchia "ricerca".

Lo scopo ultimo, ovvero il risultato da produrre alla fine del lavoro, sarà la redazione di una piccola guida turistica per ragazzi che descriva i principali monumenti di Roma, le grandi infrastrutture pubbliche e che fornisca qualche piccola curiosità ed approfondimento sulla vita quotidiana del tempo.

Naturalmente tutto questo ha un senso se si integrano le ricerche di storia dell'arte con la cura, tutta "artistica" dell'impaginazione, della scelta delle immagini e della realizzazione di illustrazioni che possano arricchire e rendere piacevole la nostra guida ad un pubblico giovanile.


Ora procedo a dettagliare i vari input di partenza e per lo sviluppo del lavoro, inutile dire che spero di poter presto pubblicare con orgoglio il lavoro concluso! ;-)

COSA VOGLIAMO OTTENERE:
Il nostro lavoro dovrà servire a realizzare una mini-guida turistica indirizzata a ragazzi delle scuole medie che, provenendo da un'altra città italiana, vengano a visitare la Capitale.
Vogliamo presentare i principali monumenti, ma anche raccontare qualcosa dello stile di vita dei romani, dei loro passatempi, dell'educazione, dell'alimentazione... insomma, vogliamo farci conoscere sotto diversi punti di vista!

lunedì 21 marzo 2016

idee per lavoretti di primavera

Dalla rete, uno spunto per realizzare un semplice lavoro con materiali economici e reperibilissimi: tovaglioli e cannucce.

1) Ecco un mazzo di tulipani o di papaveri fai da te


Un poco di manualità in più è richiesta per realizzare questi animaletti adatti a decorare la tavola, la classe o la casa in generale..
2) Piccoli soggetti pasquali da modellare con didò (o pasta di sale)


mercoledì 16 marzo 2016

progetto continuità: Carnevale in 5^ elementare

Nell'ambito del progetto di continuità tra scuola elementare e media, in occasione del Carnevale, ho proposto agli alunni delle classi V del plesso Pizzicaroli un piccolo lavoro da realizzare in un paio d'ore di laboratorio, svoltosi a Febbraio presso l'Istituto di via Appiani.

Il tema di progetto era costituito dalla realizzazione di un segnalibro a forma di clown.





Una volta presentati ai ragazzi i due Mr. Clown che il collega ed io abbiamo realizzato per l'occasione in modo da fornire come sempre un esempio concreto del lavoro da realizzare, le attività in classe si sono svolte speditamente. Alla lavagna ho riportato le sagome, con relative dimensioni di massima, da riprodurre sul semplice foglio F4 in modo da poterli colorare liberamente con i pennarelli (o i pastelli) prima di ritagliarle ed incollarle sulla base del segnalibro.



fatti da voi: paesaggi fiabeschi (con albero di Munari)


Nelle prime classi abbiamo affrontato il tema del paesaggio naturale, cominciando dall'osservazione degli alberi (pochi a dire il vero!) che circondano la nostra scuola e, con l'obiettivo di abbandonare lo stereotipo infantile che ci porta a rappresentare l'albero più o meno così --->>
ci siamo proposti di seguire il metodo proposto da Bruno Munari per disegnare in maniera semplice ed efficace un albero più o meno realisticamente.






Il lavoro si è articolato in più fasi. In un primo momento ho rappresentato alla lavagna degli schemi sulla falsariga di questo, ma che rappresentassero la chioma completa ed ho chiesto ai ragazzi di riprodurne uno sul proprio foglio F4 annerendo con la matita gli spessori dei rami e del tronco in modo da metterne in risalto la struttura, come si vede dal disegno sottostante.

Una volta terminato l'albero "schematico" abbiamo sovrapposto un foglio di carta da lucido per ripassare i contorni del tronco e dei rami in maniera da farli sembrare più naturalistici.
Successivamente, su un foglio "di brutta copia" sono stati disegnati quattro o cinque alberi di piccole e medie dimensioni per acquisire un minimo di scioltezza nella rappresentazione delle ramificazioni.

In ultimo ho assegnato il tema vero e proprio della tavola: ideare un paesaggio fiabesco popolato da personaggi fantasiosi d'invenzione (secondo me la fantasia non deve mancare mai nei nostri disegni!) o ispirati a qualche fiaba e/o racconto noti, in cui gli alberi occupassero un ruolo importante.

Questi alcuni dei disegni in corso d'opera, dai quali emerge senza dubbio la fantasia sfrenata di alcuni dei miei alunni ( che bravi!!)



lunedì 15 febbraio 2016

la cappella Sistina, video storia e lettura dell'opera

Questo breve video presenta in maniera molto chiara la storia della celebre opera michelangiolesca e ci guida passo passo all'analisi delle principali scene e figure che vi sono rappresentate.
E' tratto dal canale youtube della Zanichelli


Cappella brancacci video (storia e lettura delle scene)

Video realizzato per un' installazione permanente alla Cappella Brancacci di Firenze in occasione delle celebrazioni del cinquecentenario dalla nascita di Masaccio.
Grazie alla computer grafica 2d e 3d e ad un linguaggio innovativo il video fa "entrare" l'osservatore nella pittura di uno dei massimi maestri del rinascimento, preparandolo alla veduta degli affreschi di cui spiega simbologie e storie e comparando come gli stessi temi siano stati affrontati da altri pittori.
Un viaggio inedito e particolare, molto diverso dal solito modo di raccontare, anche visivamente, l'arte. 

Cappella Brancacci: L'Occhio di Masaccio http://youtu.be/9iHUkbKxrQw

domenica 7 febbraio 2016

Donatello, monumento equestre al gattamelata e tecniche di fusione


Una risorsa gratuita della Zanichelli sintetizza le caratteristiche essenziali del monumento e fa una lettura dell'opera sul piano tecnico, stilistico ed anche del linguaggio geometrico adoperato per la sua progettazione.


Scarica qui la pagina in pdf




Qui uno schema sintetico della tecnica di lavorazione del bronzo detta "a cera persa", utilizzata fin dall'antichità per realizzare sculture bronzee di piccole e grandi dimensioni.


Materiali per l'approfondimento:
 https://www.dropbox.com/s/93cla45yts17qov/fusione_cera_persa.pdf?dl=0

 Per approfondire, scarica questa pagina in pdf    che illustra le varie fasi della lavorazione a cera persa. Essa è tratta da una pubblicazione web dedicata alla lavorazione dei metalli. Se ti interessa, puoi scaricarla per intero qui

giovedì 28 gennaio 2016

fatti da voi: rosoni gotici alle finestre

Nelle seconde abbiamo concluso lo studio dell'arte medievale con un lavoro pratico/grafico ispirato alle vetrate gotiche.
In 2^E e 2^G i ragazzi hanno lavorato a delle false vetrate con un progetto basato sulla graficizzazione in forma astratta del proprio nome (puoi vedere qui i lavori svolti) mentre la 2^F ha realizzato dei "rosoni gotici" utilizzando la tecnica di base che già avevamo sperimentato per la creazione delle decorazioni natalizie con i fiocchi di neve in carta.

Una volta realizzato il "rosone" attraverso la piegatura ed il ritaglio di un semplice foglio bianco A4 da fotocopia, lo abbiamo incollato su di un lucido e colorato sul lucido stesso ogni spazio concluso. Per questo lavoro i ragazzi hanno adoperato i pennarelli, scegliendo liberamente le tonalità di colore.



A colorazione terminata, il foglio da lucido è stato ritagliato seguendo il perimetro esterno del rosone.
Ecco qui il nostro elemento decoraticvo pronto per essere applicato ai vetri con lo scotch trasparente :-)
Non appena possibile inserirò le foto degli altri rosoni affissi alle finestre.... ho dimenticato di scattarle!!!! O_o

fatti da voi: false vetrate in stile gotico

Anche quest'anno le seconde hanno lavorato sul tema della vetrata gotica, ma in maniera totalmente diversa rispetto allo scorso anno (vedi qui i progetti del 2014/15). Ho pensato infatti di far realizzare loro delle false vetrate gotiche sfruttando la trasparenza di un materiale semplicissimo ed economico che loro utilizzano spesso per altri scopi: la carta da lucido.
L'effetto finale, dopo aver attaccato con lo scotch i nostri "pannelli decorativi" trasparenti è a mio avviso suggestivo e l'iter per realizzarlo è stato davvero semplice per ciascun alunno... ;-)
Lasciando loro la libertà di scegliere, sono stati realizzati due diversi progetti in parallelo: un classico "name project" ed un paesaggio stilizzato.

Le fasi della realizzazione sono essenzialmente 3:
Si disegna la bozza della vetrata su un foglio F4 in modo da poter agevolmente cancellare (la carta da lucido è più delicata e non sempre resiste alla "furia" con cui vengono usate le gomme! :-D )
Poi si ricalca il soggetto sul foglio da lucido usando un pennarello nero, meglio se indelebile a punta grossa e tonda, per simulare le piombature
Infine, si colorano gli spazi utilizzando i pennarelli colorati. Ho consigliato ai ragazzi di colorare sulla faccia opposta del foglio rispetto a quella su cui avevano applicato il nero per evitare sporcature.
Questi sono i ragazzi della 2^G al lavoro:


domenica 17 gennaio 2016

Natale 2015. La mostra dei disegni degli alunni

Tradizionalmente nella nostra scuola viene allestita, in occasione del Natale, una mostra collettiva di disegni a tema svolti dagli alunni della scuola elementare e delle prime classi della scuola media.
Ecco alcuni dei lavori presentati dagli alunni delle nostre prime:




Il disegno della vincitrice della 1^E (si tratta di una mostra/concorso)






Lancio un appello agli altri vincitori perchè mi mandino le foto dei loro disegni, le pubblicherò volentieri!



E le foto dell'allestimento nella scuola elementare "G. Gesmundo". Al momento dello scatto alcuni lavori erano in realtà già stati rimossi.. :'(



Natale 2015, biglietti pop-up per la scuola elementare


Quest'anno la scuola media e la scuola elementare del nostro Istituto hanno collaborato nella realizzazione di alcuni progetti volti all'arricchimento del curricolo degli studenti con delle esperienze di continuità verticale tra i tre ordini scolastici.
Per quanto riguarda la mia disciplina, ho ideato un piccolo progetto grafico/pratico che ha preso vita in due lezioni svolte presso la 5^A della scuola elementare G. Gesmundo.

I nostri "piccoli" alunni hanno realizzato dei biglietti di auguri tridimensionali con la tecnica del pop-up, utilizzando fogli F4, cartoncini colorati, pennarelli e qualche elemento decorativo creato con le fustellatrici e ritagli di carta da regalo colorata.

L'esperienza è stata piacevole e gratificante per me e per loro ed i risultati hanno lasciato i bimbi soddisfatti ed orgogliosi del proprio lavoro.

Qui una galleria dei biglietti realizzati :-) Complimenti, bambini!!