chi sono

Mi chiamo Maria Anzivino e sono un'insegnante di Arte e Immagine nella scuola media.
Abito e lavoro a Roma da diversi anni e durante gli anni di precariato ho insegnato nelle scuole superiori di Roma e provincia, prima di inserirmi stabilmente nella scuola secondaria di primo grado a partire dall'A.S. 2013/14.

Ho alle spalle una formazione da architetto e prima di dedicarmi all'insegnamento quale attività a tempo pieno, ho lavorato per circa dieci anni nel campo della progettazione collaborando con studi privati e piccole aziende del settore.

Dell'insegnamento amo il rapporto dinamico con i miei studenti e l'infinita varietà delle esperienze didattiche, creative ed umane che l'ambiente scolastico, e la mia disciplina in particolare, offrono ad una persona aperta ed insaziabilmente in cerca di nuovi stimoli quale io sono.

La mia attività di blogger è cominciata, come spesso accade, un po' per gioco, un po' per caso e.. molto per passione. Infatti il mio primo blog è stato dedicato alla cucina (se hai curiosato nel mio profilo avrai visto infatti che mi chiamo "dolcelavita" e che ho anche un mio sito web) e risale al 2012, anno fantastico durante il quale ho dato vita a tanti progetti ed ho seguito più da vicino le mie due grandi passioni: la cucina e la fotografia.

Quando ho iniziato ad occuparmi stabilmente di didattica, ho pensato che il blog potesse essere sfruttato quale straordinario mezzo di comunicazione e di condivisione delle esperienze tanto in classe, quanto nella rete, alla ricerca di continui scambi con i tanti altri bravissimi colleghi che hanno intrapreso questo percorso attraverso l'insegnamento nell'era digitale prima di me.

In questo sito metto in condivisione i lavori svolti dai miei alunni, i materiali di sintesi, le mappe concettuali, i video, i tutorial e quant'altro predispongo di volta in volta per animare le lezioni in classe, con un occhio all'attualità ed alla promozione degli interessi che i ragazzi manifestano.

Su Facebook esiste una pagina di dueorediarte che puoi seguire per essere aggiornato sui nuovi post.

Naviga, consulta, preleva i materiali e condividili a tua volta, se ti va seguimi e se apprezzi il lavoro che svolgo, lasciami un commento in fondo ai post che ami consultare.

A presto!




5 commenti:

  1. Complimenti per il percorso e le attività! la mia propositività a scuola è smorzata dal fatto di non poter avere le due ore di arte e Immagine binate. La scuola è grande e in un ora... magari con la ricreazione... non riesco a fare laboratorio. é un problema solo mio? Si accolgono consigli. Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao (collega?!)
      Grazie della visita, intanto..
      Personalmente ho provato entrambe le soluzioni orarie ed anch'io preferirei le due ore consecutive perché realmente concedono molto più respiro alle attività di laboratorio, soprattutto se si tratta di mettere mano ai pennelli!! Purtroppo nello scorso anno non è stato possibile accontentare la mia richiesta e perciò tutti i lavori che vedi sono stati svolti in una sola ora settimanale. Secondo me il punto fondamentale sta nell'organizzare e motivare i ragazzi perché sfruttino appieno il tempo che hanno (in due ore a volte si adagiano un po', non trovi?) e ridurre il numero dei progetti a cui lavorare usando il proprio senso pratico :-) I miei alunni per esempio non amano molto lavorare a lungo sulla stessa attività e perciò devo impegnarmi a selezionare idee realizzabili in un massimo di 4-5 ore, altrimenti vedo che cominciano a perdere interesse... Amano "pasticciare" con le tempere ma poi non sempre collaborano nela gestione efficiente del laboratorio e dei materiali (noi stiamo messi maluccio su questo fronte!) e perciò, senza troppi rimpianti, spesso ripiego sul lavoro in aula utilizzando le tecniche "a secco".
      Quel che ho capito finora è che spesso, ai fini didattici, il percorso fatto è più importante del risultato finale raggiunto e che i ragazzi trovano piacevole avere spazio mentale per esprimere la creatività. Meglio quindi fare una cosa in meno, o selezionare un'attività più "snella" senza creare a loro e a noi lo stress di rincorrere il tempo che tanto manca sempre!! ;-)

      Elimina
    2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
  2. grazie davvero per il tuo lavoro di sintesi e orientamento. Mi occupoa tempo pieno di tecniche pittoriche fiamminghe e barocche ed eseguo "filologiche"copie d'arte da molti anni, ma ho anche insegnato ( letteratura e storia) per molti decenni, pertanto ritengo di poter affermare con competenza che il taglio che dai alle sintesi che proponi didatticamente è efficade e professionalmente lodevole.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mille grazie, Licia :-)
      ho in mente molte idee per migliorare ed ampliare il sito, spero di riuscire presto nell'intento!

      Elimina